Non sai scegliere il cambio adatto a te?

Scegliere il cambio elettronico adatto alle proprie esigenze può essere difficile. Per questo motivo il nostro team ha elaborato questo confronto tra i prodotti per aiutare il cliente nella scelta.

Karting

D-Shifter (DS)

Il DS è stato progettato puntando a limitare il numero di componenti del sistema per ridurre al minimo il rischio di rotture e/o avarie. Di fatti non è presente una centralina elettronica ma un insieme di elementi elettronici che pilotano il sistema di attuazione. Si tratta di un cambio che al compromesso di una minore tecnologia (assenza di funzione cut-off e selettore folle) garantisce un’elevata affidabilità.

Ho scelto questo

D-shifter S (DSS)

Il DSS, invece, punta alla tecnologia: il sistema è dotato di funzione cut-off per cambiare senza alzare il piede e della funzione di ricerca marcia folle. In questa versione è presente una scheda pcb con microcontrollore per la gestione di tutte le funzioni. È presente anche un APP (Android), con la quale è possibile collegarsi alla centralina e cambiare i parametri di taglio della corrente e forza per l’inserimento della folle. La legge della meccanica è chiara: più componenti formano un sistema elettro-meccanico più aumentano i rischi di rottura e/o avarie. Parliamo quindi di un cambio sviluppato per essere competitivo e all’avanguardia, e che, grazie ad un’attenta progettazione, riesce comunque a garantire ottimi livelli di affidabilità.

Ho scelto questo

Auto

C-Shifter (CS)

Il CS è stato sviluppato per l’utilizzo su veicoli con motore motociclistico (radical,legend’s car, fomula greco, formula gloria etcc.) e include tutte le funzioni più avanzate: Cut-off, selettore folle, blipper con o senza solenoide, protezione fuori giri, cut-off time proporzionale etcc.. Questo kit comprende dunque tutta una serie di funzioni avanzate e programmabili attraverso due pulsanti presenti sulla centralina dedicata in maniera semplice e rapida. Nel caso in cui non si abbia la necessità della funzione blipper in scalata, potrete anche valutare l’acquisto della versione DSS con la personalizzazione del sistema paddles (vedi pagina “servizi”).

Ho scelto questo

Migliorano davvero le performance?

Entrambe le mani sul volante garantiscono maggior precisione e staccate più importanti.

In questa schermata vediamo il tempo di cambiata con al leva durante la percorrenza di una curva: 160ms.

 In questa schermata vediamo il tempo di cambiata con la leva in rettilineo: 130ms.

In questa schermata vediamo il tempo di cambiata con la leva in uscita da una curva stretta: 206ms.

In questa schermata vediamo il tempo di cambiata con cambio DSS in uscita da una curva stretta: 100ms.

In questa schermata vediamo il tempo di cambiata con cambio DSS in rettilineo: 92ms.

In questa schermata vediamo il tempo di cambiata con il cambio DSS in uscita di curva a pieno carico: 91ms.

In conclusione

Possiamo notare come il tempo medio di cambiata (dispersione) con la leva tradizionale si attesta a 165.3ms con una deviazione standard di 31.25 ms, mentre notiamo un tempo medio di cambiata con il cambio DSS di 94.3ms con una deviazione standard di 4.03 ms. Si deduce quindi, che il miglioramento di performance è concentrato sulla costanza. Il pilota, durante la guida, è soggetto ad accelerazioni laterali e longitudinali in funzione del tracciato che provocano tempi di cambiata molto variabili (si pensi all’uscita da un tornate stretto). Questo invece, non avviene con un cambio elettronico DSS dove il tempo di cambiata è gestito elettronicamente, garantendo precisione e costanza.

Il miglioramento è quindi globale e tangibile dai dati con l’abbattimento del tempo medio di cambiata e un importante abbattimento della deviazione standard. Per quanto riguarda il DS (senza cut-off) non si ha un sensibile miglioramento del tempo di cambiata, ma i test in gara hanno dimostrato staccate più vigorose e maggiore costanza da inizio a fine gara grazie al defaticamento e alla precisione offerta dalla presenza costante di entrambe le mani sul volante.